I consigli dei nostri barbieri per scegliere un taglio di capelli uomo perfetto

 Tra fisionomia e personalità

Taglio lungo o taglio corto? Capelli con la fila o capelli a spazzola? Per ogni fisionomia esiste un taglio capelli uomo: come fare quindi per scegliere? Bisogna valutare una serie di fattori come ad esempio il viso che può essere lungo oppure ovale, la grandezza e la forma del naso, le dimensioni della fronte ecc.

Inoltre il taglio deve essere tarato sulla propria personalità ed in alcuni casi anche sul proprio lavoro: capelli lunghi oltre le spalle forse non sono il massimo per un impiegato bancario o per un cuoco. Scopriamo qual è il giusto taglio di capelli per uomo in base alla forma del viso ed ai lineamenti.

taglio-capelli-uomo-modafferi-barber-roma

Fai attenzione ai lineamenti del viso!

Per chi ha un viso oblungo e sottile con fronte e mento allungati la soluzione ideale è un taglio di lunghezza media ai lati, impreziosito da una cresta o un ciuffo che riduce la percezione della lunghezza del volto e dà una maggiore uniformità. Il viso tondo si caratterizza per l’assenza di spigolosità ed in questo caso la scelta migliore è un taglio di capelli molto corti ai lati con un piccolo ciuffo rivolto verso l’alto.

Il viso squadrato è caratterizzato da una mascella importante e di per sé è già piuttosto appariscente, quindi è inutile avventurarsi in tagli troppo sofisticati. In tal caso è opportuno far risaltare il viso già piuttosto mascolino optando per un taglio corto o addirittura a zero.

Il viso ovale non presenta particolari spigolosità ed è piuttosto equilibrato in tutte le sue parti, per questo motivo è una delle forme più versatili che si presta a numerose acconciature. In questa circostanza infatti non esiste un taglio migliore o peggiore poiché tutti si adattano molto bene a questa forma di viso. Il consiglio è provare e sperimentare diversi tagli fino a individuare quello più indicato. Il viso triangolare, cioè con mento lungo e fronte più stretta, diversamente non lascia molte opzioni e richiede un taglio leggero e morbido capace di creare volume sulle orecchie e sulla fronte per ridurre le proporzioni tra fronte e mascella.

I tagli per chi è più avanti con gli anni.

Per chi è stempiato può risultare complicato individuare il miglior taglio capelli uomo: come scegliere in questo caso? La stempiatura è un normale segno dell’età che però, come il “sale e pepe” dei capelli, può essere un segno distintivo di fascino. Nasconderla quindi oltre che difficile diventerebbe goffo e la cosa migliore è esaltarla e mostrarla senza problemi con un taglio corto e capelli all’insù. Altra tematica “scottante” riguarda chi ha le orecchie a sventola: quale taglio scegliere? Bisogna optare per tagli morbidi ai lati che non accentuino appunto le orecchie a sventola e che eventualmente siano in grado di coprirle. Un ottimo “escamotage” è quello di farsi crescere un filo di barba per concentrare l’attenzione sul viso e non sulle orecchie a sventola.

Le indicazioni della moda per il taglio di capelli uomo.

Sino ad ora abbiamo affrontato l’argomento del taglio di capelli in base al viso dell’uomo, non dimentichiamo che le tendenze, la moda propone continuamente nuovi modelle di taglio, o ripropone quelli del passato. Potremo così trovarci a desiderare un taglio capelli uomo con riga laterale, o a chiedere un taglio di capelli uomo con ciuffo , con sfumatura e tutto ciò che propone la moda del momento.

L’aiuto del professionista,il barbiere.

come trovare il taglio di capelli giusto uomo? L’ultima parola e la persona a cui fare riferimento per questa scelta è sempre il  barbiere di fiducia. Negli anni avrà imparato a gestire quella particolare capigliatura, conoscerà il volto, i difetti come le vertigini, stempiatura, consistenza del capello (crespo, fino, grasso) e dopo aver ascoltato i desideri del clienti lo aiuterà a compiere la scelta più opportuna.